Visto che sei capitato in questa pagina, vorrei dirti qualcosa su di me.

Il mio nome è Simone Colabufalo, classe 1990 ( the best one, anyway ) e sono di Pescara.
Ho tantissimi hobby. Veramente tanti. Non riesco a stargli dietro.
Uno dei miei hobby l'ho trasformato in lavoro: ho scelto di migliorare e affinare le mie competenze nell'ambito dello sviluppo web e bene o male ci sono riuscito:
come tutti ho iniziato con HTML e CSS, sono passato per PHP e Javascript per poi cercare di capire come funzionano Python e Java. Attualmente utilizzo Laravel, SCSS e sto entrando nel mondo di Vue.JS. Più che uno sviluppatore mi definisco un bravo utilizzatore del Google Search Engine, visto che il 90% del tempo in cui lavoro lo passo su StackOverflow. Comunque la maggior parte del tempo lo passo a disegnare interfacce più che a programmare. Dove non arrivo io, ci pensa il mio amico Andrea 😊

Al pari dell'hobby verso lo sviluppo c'è quello verso i videogiochi da cui prendo il nickname "Raz". Mi piace giocare su qualsiasi piattaforma, ma prediligo il PC, che mi tiene compagnia dal 1995. Ovviamente vado matto per il retrogaming ( SNES e NeoGeo soprattutto ).

Sono in fissa con l'audio, con i monitor ( ben calibrati ), con l'home automation, con zigbee, con il cloud e con tutta la roba che posso hostare in casa, sul mio server. Mi piace anche il concetto di privacy online e amo i progetti DIY ( Do It Yourself, per i poco pratici ).

Mi piace perdere tempo con i software bleeding edge e con le distro rolling release di Linux ( Arch, anyone? ). E per non sembrare un l33t del 2019, vi informo che uso Windows 10, Linux e MacOS ( Hackintosh ) quotidianamente.

Ah, il sito l'ho messo su semplicemente per provare Ghost, che è un CMS opensource scritto in nodejs. Provatelo, è una figata.

Perchè è tutto scuro?

Perché sono un grandissimo sostenitore delle interfacce al negativo, o comunemente conosciute come dark. I monitor non sono fatti di carta ( anche se quelli eInk ci si avvicinano ) e sono spesso retroilluminati, quindi perchè sparare 10mila candele nelle retine se è possibile leggere contenuti su sfondo scuro?

Ispirato dalla palette colori Solarized Dark del mitico Ethan Schoonover One Dark Pro, ho modificato il tema base  Casper, per renderlo un po' più simile alla palette di colori che uso sui miei terminali perchè credo sia più umanamente leggibile.

Solarized Desk

Ho hostato questo blog sul mio server unRaid, utilizzando un container Docker e Nginx Proxy Manager che fa da reverse proxy e gestisce i certificati SSL.
Dovrebbe essere tutto in sicurezza, ma se trovate qualche falla contattatemi, prima di buttare giù tutto 😢.

Per quanto riguarda il contenuto del blog, ho intenzione di riempirlo di articoli abbastanza casuali, ma fondamentalmente che riguardano le cose che solitamente faccio.

Potete sempre contattarmi su simone@hypelab.net se volete fare un saluto o avete in mente un progetto da realizzare!